90esimo

Mastice siliconico alta temperatura rosso

ArticoloConfezione
1024Tubetto 75 ml.
Forma guarnizioni di diverso spessore su carters, coppe olio e carburatori.
Descrizione
Applicazioni
Modalità d'uso

Il mastice siliconico rosso è un sigillante siliconico monocomponente a reticolazione acetica che forma una sigillatura con notevoli caratteristiche di resistenza alla temperatura.  Appositamente studiato per impieghi industriali non richiede miscelazione, è facile da estrudere e reticola rapidamente anche a temperature estreme, formando una gomma resistente e flessibile.  Esso non è alterato dalla luce solare, ozono, pioggia o neve. La sua particolare formulazione lo rende adatto all'utilizzo a temperature comprese da - 70° C. a + 280° C.

E' particolarmente indicato:

  • per la sigillatura negli impianti di condizionamento in genere, di riscaldamento ed  contatto con le tubazioni da trasporto fluidi caldi;
  • per formare guarnizioni di motori, cambi, compressori e pompe;
  • per incollaggi vetro - metallo su parabrezza;
  • per tenute di montaggio leggere;
  • per la sigillatura di giunzioni, entrate cavi connettori;
  • per il fissaggio di mensole, coperchi ed impermeabilizzazione di pompe, motori, interruttori.

Tutte le superfici da sigillare devono essere asciutte e prive di grasso o polvere. Le superfici di plastica e metalliche devono essere sgrassate. Tutte le superfici eccetto quelle in plastica e legno dovranno poi essere sciacquate con un fluido sgrassante. Le superfici di gomma dovranno essere irruvidite con carta smeriglio, quindi pulite con un fluido sgrassante. Forma e dimensione della giunzione sono determinate dalla specifica applicazione. La rifinitura del sigillante deve essere fatta con una spatola entro 5-10 minuti dall'applicazione, prima che si formi la pelle. Quando usato fra due superfici,  posizionare  la  seconda  adoperando  una  pressione sufficiente ad eliminare l'aria ma non a spostare il sigillante. Lasciare l'oggetto incollato a temperatura ambiente. Il tempo reale di polimerizzazione è in rapporto all'umidità relativa, al grado di restrizione, e allo spessore del sigillante. Il sigillante fresco può essere rimosso con uno straccio bagnato di percloroetilene o acquaragia minerale, mentre a reticolazione avvenuta si suggerisce l'utilizzo di una spatola o di un coltello.