90esimo

Lavamotori ecologico

ArticoloConfezione
9042Canestro 5 lt.
9044Canestro 20 lt.
Formulato ecologico per la pulizia dei motori
Descrizione
Applicazioni
Modalità d'uso
Formulato monocomponente, grazie al suo notevole effetto pulente sugli sporchi organici come olio e grassi, questa miscela ottimizzata di tensioattivi sostituisce i classici lavamotori a base solvente.
E' indicato per lo sgrassaggio di cofani, motori, sottoscocca automezzi, macchine industriali o movimento terra, e per la detergenza di apparecchiature ad alta tecnologia. Può essere impiegato sia puro sia diluito con acqua fino al 50 - 70%; a pennello, con nebulizzatore, e nelle apparecchiature di lavaggio anche ad alta pressione. Ridona brillantezza alle parti trattate senza intaccare le superfici e le vernici. Non contiene solventi, non è tossico e non è infiammabile; proprio per questo può essere considerato un grande passo avanti dal punto di vista ambientale.
E' indicato per lo sgrassaggio di cofani, motori, sottoscocca automezzi, macchine industriali o movimento terra, e per la detergenza di apparecchiature ad alta tecnologia. Può essere impiegato sia puro, sia diluito con acqua fino al 50 - 70%; a pennello, con nebulizzatore, e nelle apparecchiature di lavaggio anche ad alta pressione. Ridona brillantezza alle parti trattate senza intaccare le superfici e le vernici. Non contiene solventi, non è tossico e non è infiammabile; proprio per questo può essere considerato un grande passo avanti dal punto di vista ambientale.
N.B.: La durezza dell’acqua è determinata dalle percentuali di minerali contenuti (solfati, cloruri, nitrati, carbonati); spesso le problematiche maggiori derivano dalla presenza dei carbonati, (calcio e magnesio) che provocano depositi e incrostazioni. La durezza dell'acqua è importante perché incide notevolmente sull'efficienza del detergente, poiché una parte di questo viene "spesa" per contrastare i minerali contenuti nell'acqua, diminuendo proporzionalmente la percentuale dedicata alla detergenza. In caso di acque dure, si userà molto più di detersivo: per poter lavare lo stesso oggetto occorrerà quindi aumentare proporzionalmente le dosi di detergente. Altro effetto della presenza di minerali nell’acqua (soprattutto calcio e magnesio), sono i residui che questa lascia sulle superfici asciugandosi rendendole opache, ruvide facilitando di conseguenza l’ancoraggio della polvere e dello sporco. L’opacizzazione sarà particolarmente evidente sui vetri, sulla carrozzeria e su tutte quelle superfici che dovrebbero per natura essere brillanti.